Pagine

giovedì 15 marzo 2012

Non ho la sindrome pre-mestruale....

Avrei voluto scrivere un post diverso oggi, ce l'avevo già in mente. Ma poi è scucesso qualcosa che ha portato la mia testa altrove. La mia amica, la più incinta di questo mondo ;-), ha fatto la morfologica. Mi ha chiamato per annunciarmi che è femmina, oltre al fatto che la creatura gode di ottima salute ed io ho saputo solo dire parole di circostanza, senza reale coinvolgimento o entusiasmo. Mi dispiace, ma non so fingere. Lei non lo sa, nessuna delle persone a me vicine lo sa, ma certe notizie a volte mi colpiscono come una coltellata, perchè mi riportano alla mente un tema a cui vorrei non pensare, un argomento che non vorrei drammatizzare, perchè è semplicemente un peccato farlo. E così emerge che in fondo non sono poi così tranquilla, come mi sono convinta di essere.
Per quanto riguarda A.(la mia amica), spero che non abbia colto la mia freddezza o se così fosse l'abbia valutata come un atteggiamento dovuto al fatto che mi ha chiamato in ufficio in orario di lavoro.
Certe reazioni sono stupide è vero, ma purtroppo naturali. Mi vergogno anche di provare invidia nei confronti di una persona accanto alla quale dovrei gioire, perchè è mia amica ed è sempre stata al tuo fianco quando ce n'era bisogno.
Il fatto è che è una fase difficile, stallo totale, non possono essere prese iniziative e si può solo aspettare (come ho scritto già qui). Io non riesco ad aspettare, sono inquieta di natura, mi risulta complicato farlo quando sento che il tempo scorre inesorabilmente, l'orologio biologico gira e il mondo intorno va avanti.
La storia si ripete, anche se rispetto al passato c'è una Ciopola di mezzo. Però anche adesso mi chiedo il motivo per cui siamo sempre noi quelli diversi dagli altri, quelli che devono far buon viso a cattivo gioco, quelli a cui non riesce facile neppure fare un figlio.
Sono stufa di sentire battute, allusioni, frecciatine, giudizi e sdrammatizzare o cambiare discorso. Insomma oggi veramente mi girano, poi so che passerà e amen.
NOTE: Questo post stupido sconclusionato è un farfugliare di emozioni di parole di piccolezze di una persona piccola, ma l'ho scritto per terapia personale, per piangermi un po' addosso, che mi riesce una meraviglia.
Oggi c'è il sole, non ho la sindrome pre-mestruale e prima o poi mi anestetizzerò ai cattivi sentimenti.
Sono sicura che vedere la Ciopola più tardi sarà un buon antidoto.

11 commenti:

Lizzina ha detto...

Mi sembra di aver scritto io questo post... Questi sono i giorni in cui sarebbe dovuto nascere il bimbo che ho perso ad agosto e ieri sono "dovuta" andare a trovare un'amica che ha partorito una settimana fà... Sono letteralmente circondata da amiche e conoscenti in attesa dei secondi figli, tutte persone che rimangono incinte prima ancora di pensarci, mentre per me è complicato, non semplice, non immediato e anch'io, come te, mi chiedo perché per noi non possa essere una cosa così naturale. Anch'io come te mi sento fare commenti, battutine, allusioni e ogni volta mi spezzano il cuore ed anch'io, come te sento l'orologio biologico che ticchetta inesorabile. Insomma ti sono vicina e ti capisco, davvero. Un abbraccio.

serenamanontroppo ha detto...

Cara Liz, ti restituisco l'abbraccio...di più non dico, parla il mio post!

Katia ha detto...

Ti posso dire che scondo me tutto accade per una ragione, e poi.. La notte più buia preannuncia l'Alba.. Good luck!

pinkmommy ha detto...

la tua reazione è umanissima, se un argomento per noi è delicato non si può fingere un entusiasmo e un coinvolgimento che mancano...sono sicura che la tua amica lo capirebbe...
Non sai quanto ti capisco, dover subire battutine allusioni ecc è difficile, dover solo aspettare lo è ancora di più (e sono un'inquieta come te, so bene come ti senti)...spero che il tuo sognomsi realizzi prestissimo, intanto ti mando un abbraccio forte forte...

MammaMoglieDonna ha detto...

Sere mi dispiace sempre tantissimo leggere questi tuoi post. Immagino quanto sia difficile per te e in parte lo capisco per via di quello che mi è successo prima di avere Edo. Non so perché una persona bella, dolce e meravigliosa come te debba soffrire tanto prima di realizzare il suo sogno, ma io sono sicura che presto lo realizzerai. Nel frattempo è giusto e sano che tu invidi un po' noi che ci siamo già riuscite, è umano, non colpevolizzarti. Pensa solo che più lunga sarà l'attesa, più faticosa sarà la strada da percorrere, più immensa sarà la gioia. Te lo dice una che ci è passata e ti assicuro che in questo momento sento di amare Edoardo se possibile più di quanto amo Filippo proprio per tutto quello che abbiamo passato per arrivare qui. Credimi sere, dopo la pioggia c'è sempre sempre l'arcobaleno e presto vedremo il tuo! Ti abbraccio forte forte

serenamanontroppo ha detto...

Grazie Pinky e grazie Fede,siete molto preziose ognuna a suo modo. Il vostro affetto e la vostra vicinanza sono palpabili. Un grosso abbraccio ad entrambe.

Micaela ha detto...

Non trovo affatto stupido questo post e se ti serve per sfogarti e scaricarti... SCRIVI ANCORA!!!! E' terapeutico e magari esorcizza questo momento, non so.
Ti abbraccio e non ti dico altro.

eteVaM ha detto...

Sono sensazioni così vive....anche se un po' lontane...qunato invidiavo le madria "da una botta e via"....il gelo qunado mi comunicavano una gravidanza....non ti crucciare purtroppo è normale.
Noi a differenza vostra abbiamo detto (non specificando diagnosi o qunat'altro) alle persone/amici intorno che avevamo problemi, ho dovuto fingere di meno !!!
Un abbraccio

serenamanontroppo ha detto...

@michy: scrivere a volte è davvero terapeutico!
@ete: affermare di avere problemi almeno con gli amici potrebbe essere una soluzione, ma certe soluzioni devono essere condivise...quindi si va avanti, la situazione non ci è nuova, prima o poi una soluzione si troverà.

lalaiza ha detto...

Sere però se ci tieni cos tanto a fare un altro bimbo... penso che tu abbia il diritto di riconoscertelo.

serenamanontroppo ha detto...

@lalaiza...grazie!