Pagine

lunedì 2 maggio 2011

Una mamma come tante, speciale a mio modo.

C’è stato un lungo periodo in cui mi sentivo troppo figlia per diventare mamma. Forse perchè alla fine ero riuscita ad uscire dal nido e volevo godermi la mia libertà. 
Sono poi diventata mamma dopo un lungo e travagliato periodo di ricerca della cicogna e dopo 9 mesi di fantastica attesa.
La "mammità" di certo mi ha cambiato la vita, perchè un figlio è un vero tsunami esistenziale (come ho letto su qualche blog tempo fa).
In questi due anni e spiccioli di mammità ho capito che questo ruolo è davvero pesante ed impegnativo in certi momenti, ma senz'altro anche ricco di grandi soddisfazioni.
Il mio essere mamma è caratterizzato da tanti alti e bassi. Questi ultimi derivano dalla frustrazione per reazioni sbagliate, a volte dovute alla stanchezza, altre all'innata impulsività di fronte ad una situazione critica o difficile da gestire.
I momenti più belli sono quelli dei baci, delle carezze, degli abbracci dei sorrisi che ci scambiamo a vicenda anche senza un vero motivo, ma solo per il piacere di farlo.
Insomma mi descreverei come una mamma:
- innamorata, di un'amore profondo nuovo e sconosciuto che non avrei pensato di poter provare, un'amore che non è stato a prima vista ma è maturato con il tempo e cresciuto piano piano fino a diventare un vero fiume in piena;
- chiacchierona, giocosa e canterina, che spiega, racconta, canta, legge, prova a stimolare la curiosità e cerca in ogni modo un'approccio empatico e non coercitivo, anche se a volte è un duro esercizio di pazienza evitare lo "sculaccione". Una mamma che ride e che fa ridere, che fa le facce buffe, le pernacchie, il "sollechico" (solletico), una mamma che lascia spazio alla sperimentazione anche se questo significa sporacarsi, alla fantasia, all'ascolto;
- armata di buona volontà, desiderosa di crescere, di  imparare e migliorarsi, per questo leggo, parlo e mi confronto con altre mamme ed  in modo diretto con la Ciopola e non esito a mettermi in discussione rasentando molto spesso il limite dell'eccesso .
- attenta, premurosa, gelosa (purtroppo, ma non in modo indifferenziato), dolce al punto che non finirei mai di concedere coccole e zuccherosità di ogni genere.
-  a volte troppo tollerante e in certe occasioni faccio fatica ad imporre regole. Questo trova spiegazione nella mia personale inguaribile ed incontrollabile incapacità di essere rigorosa ed ordinata. 
Insomma questa sono io, una mamma come tante, speciale a mio modo.
Questo post partecipa al giveaway di MammaMoglieDonna (scadenza 8 maggio p.v.)


8 commenti:

MammaPig ha detto...

Direi che siamo molto simili!
Che bella la foto del tuo profilo, vista in grande: DOLCISSIMA!

serenamanontroppo ha detto...

Carissima Pig penso anch'io che abbiamo molto in comune e per questo ti seguo con simpatia, è come rileggersi un po'.
Anche a me la foto del profilo piace molto...credo che ben rappresenti l'amore per la mia Ciopola!

Mamma Papera ha detto...

le difficoltà ci fanno diventare le persone che siamo e il segreto sta nel rendersi conto di tutto cio ...bravissima mi piace molto il tuo post
un bacione

eteVaM ha detto...

Si riuscisse sempre a essere le mamme che vorremmo!!!!Ma provarci credo sia già metà del lavoro...sbaglieremo??Di sicuro...ma spero l'amore per i nostri pargoli ci salvi e ci aiuti a correggerci appena possiamo.
Anch'io mi rivedo in quanto scritto anche se a volte in momenti di sconforto penso solo di credere di essere così...ma nella realtà sono molto peggio....poi passa :)

le Frufrù ha detto...

lo sai che mi piace leggere queste cose... mi pare di non essere una marziana. Mi pare che altre donne abbiano gli stessi problemi e dubbi che ho io...
Insomma, mi piace come sei mamma tu. Mamma vera. Mamma terrestre. Mamma che è rimasta una donna.
Io mi autoinvito in questo discorso di mamme, anche se ancora non ci sono...
Un bacio grande e in bocca al lupo per il give away!

serenamanontroppo ha detto...

@Chiara: grazie per i complimenti, in effetti sono molto terrestre...a volte proprio terra terra ;-)
@Ete: siamo tutte un po' così, sbagliamo e ci rialziamo, ci impegniamo ad essere persone migliori..provarci è essenziale!
@mammapapera: grazie, per le tue dolci parole!

MammaMoglieDonna ha detto...

Che bella mamma!!!
Direi che mi somiglia...!
Grazie Sere di aver partecipato!

Monica ha detto...

Che bello questo quadro di klimt che hai scelto, mi mette addosso una trenerezza che fa venire le lacrime agli occhi. E come mamme, bhe, siamo proprio simili, anche se con soggetti molto diversi!