Pagine

martedì 21 settembre 2010

quel pensiero nella mente...

E' da tempo che il babbone mi ripete "facciamo un fratellino alla Ciopo?"  e da quando l'argomento mi è stato proposto l'ho liquidato con un categorico "NO".
"Non ce la posso fare" ho pensato riflettendo su quanto la nascita della Ciopola ha inizialmente sconvolto la mia vita, anche se l'abbiamo davvero tanto desiderata e a lungo cercata.
Ricordo infatti in maniera ancora troppo vivida quell'inverno di quasi due anni fa, la pioggia fuori, il pianto ininterrotto per ore ed ore, l'inerzia, il senso di inadeguatezza, la fatica di allattare, la voglia di chiudere gli occhi e di svegliarsi in un giorno indefinito di un futuro molto lontano, tanti parenti pronti a giudicare e condannare solo questa mia inspiegabile fragilità.
Il disagio è passato grazie alla preziosa presenza di mamma, di due splendide amiche, ma purtroppo non del Babbone che inspiegabilmente in quell'occasione non è riuscito ad essermi vicino come avrei voluto e come avrebbe dovuto forse.
Dicono che con il secondo figlio l'approccio è diverso perchè hai già esperienza, ma conoscendomi non so se deavvero troverei la forza per non cadere di nuovo giù (come dice Samuele Bersani in Spaccacuore...io per un niente vado giù, è uno dei miei limiti....).
Oltre ai miei personali limiti c'è un altro fattore scoraggiante da non sottovalutare: il Babbone.
Gran cuore, ma scarso senso pratico...in casa non aiuta molto e pur essendo un padre affettuoso e giocherellone, raramente (solo quando è costretto) si preoccupa delle necessità primarie della Ciopo (prepararle da mangiare, cambiarla, vestirla), spesso mi fa così arrabbiare che penso che i bambini in realtà siano già due...come farei a sopravvivere alla gestione di tre ;-) ?
Anche se a parole chiudo l'argomento con un netto "NO, BASTA COSì!" (pensando che da quando la piccola ha acquisito autonomia, mi sono ripresa i miei spazi, affrancandomi dal solo ruolo di mamma)...c'è qualcosa dentro di me che mi dice che avere un altro piccolo nanetto tra le braccia sarebbe bellissimo.
Nonostante i bambini siano molto impegnativi, sono straordinari e sanno ricolmarti di amore sincero ed incondizionato e poi mi dicono che coi nanetti ci so fare (mah! in effetti al parco a volte svolgo la funzione di tata/intrattenitrice).
La Ciopola senza un fratellino/sorellina sarebbe figlia unica di figli unici, ovvero bambina tendenzialmente viziata e soffocata dall'amore dei nonni (già totalmente prostrati alle sue volontà) e dei genitori.
Va considerato anche che "toccato il fondo si risale" (mio motto personale) e che dopo un periodo buio torna il sereno...è successo altre volte nella mia vita, niente è mai definitivo e le cose si rimettono a posto!
Ed infine le "amiche" blogger che mi dicono che il secondo figlio è da fare assolutamente...le loro cronache dimostrano in effetti quanto sia "piena" la loro vita con due o più bambini , tra tante difficoltà ci sono pause tenere ed esilaranti!.
Va a finire che quel NO, diventa un po' NI...intanto rifletto, rimugino (troppo come al solito!) e poi chissà...

5 commenti:

Micaela ha detto...

Sai come la penso a riguardo...
è vero che la fatica è tanta e le difficoltà pure, ma è pur vero che sei allenata, che sai come affrontarle adesso e che farai il regalo più grande alla Ciopola e a te stessa.
Per quanto riguarda il babbone, direi che si deve dare una svegliata, soprattutto per VOSTRA sopravvivenza! Sarà naturale per lui rimboccarsi le maniche se non vuole essere sommerso dall'immondizia e se non vuole morire di fame con il frigo vuoto... FIDATI! E comunque, un altro consiglio, parlagli di questo tuo dubbio che coinvolge lui in prima persona, non è poco.
Ultimo consiglio: non seguire i consigli!!! ahahahahahha!

serenamanontroppo ha detto...

Grazie Micaela!!!.
Il babbone è al corrente di tutti i miei dubbi e delle mie perplessità...insiste però, affermando che sarebbe il giusto regalo per la Ciopola...vediamo.

mik ha detto...

al pensiero di farne un altro, con questa mia prima gravidanza da sfacelo, un "Babbone" come il tuo, che di figli te ne senti uno in panza e uno adolescente fuori, mi viene l'orticaria.

eteVaM ha detto...

Ma cosa risponde lui alle tue "critiche" nei suoi confronti?? Tenta di dire che cambierà o lo acquisisce come dato di fatto? Io vorrò fare un secondo figlio ma chissà quando... concordo sul NON SEGUIRE I CONSIGLI e pensa a quello che vuoi tu, anche se in questo ambito restano sempre dubbi e incertezze!

serenamanontroppo ha detto...

Di promesse ne ha sempre fatte tante (anche prima che nascesse la Ciopola) ma il bradipo che è in lui ha sempre la meglio!
Per il resto hai ragione le incertezze restano, sarebbe molto meglio che capitasse inaspettatatamente.......